Architecture, Art and Culture

LA BIBLIOTECA DEGLI ALBERI

Con la sua collezione di alberi e il sistema di percorsi ciclopedonali, il terzo parco pubblico più grande nel centro di Milano.
La Biblioteca degli Alberi sarà il polmone verde di Porta Nuova, un nuovo spazio pubblico, elemento centrale in tutto lo sviluppo dell’area e suddiviso in tre zone principali: la più ampia, fra Melchiorre Gioia, Via Pirelli e Via de Castillia; la seconda sull’area di copertura del parcheggio sotterraneo di Piazza Luigi Einaudi; la terza lungo la fascia rettilinea che costeggia Viale della Liberazione fino a Piazza San Gioachimo e il suo sagrato.
 
Il tema dei percorsi e delle connessioni è alla base del progetto e sarà l’elemento di collegamento tra le aree circostanti, gli edifici e le diverse comunità dei quartieri limitrofi. Il progetto, dello studio olandese Inside Outside|Petra Blaisse di Amsterdam, reinterpreta in chiave moderna l’idea del “giardino romantico”, con la sua importante collezione di alberi, la vegetazione ricca e variegata e un’ampia gamma di spazi utilizzabili con funzioni diverse: i Percorsi Lineari, che si snodano per tutto il parco mettendo in relazione le diverse aree interne ed esterne, i Campi Irregolari  - giardini ornamentali e architettonici, caratterizzati da prati o piccole piazze dagli svariati usi - e le Foreste Circolari, che raccolgono gruppi di alberi a formare spazi “interni” in cui si può sostare oppure organizzare eventi. Il parco ospiterà circa 450 alberi di 20 specie arboree differenti, 34.800 mq di prato e quasi 90.000 piante tra siepi, arbusti, rampicanti, piante acquatiche e piante ornamentali dei giardini progettati da Petra Blaisse e da Piet Oudolf.
 
Il parco Biblioteca degli Alberi, anello di congiunzione fra gli spazi pubblici, le infrastrutture, le architetture verticali e orizzontali dei quartieri circostanti, collega Piazza Gae Aulenti al quartiere Isola, alla sopraelevata su Via Melchiorre Gioia, alla promenade verde di Varesine e al giardino di via de Castillia, creando così l’area pedonale più ampia della città con 170.000 mq e 5 km di piste ciclabili a servizio dei cittadini.
 
Una volta ultimata, con i suoi 9,5 ettari di estensione, la Biblioteca degli Alberi sarà il terzo parco pubblico più grande del centro di Milano. Il progetto definitivo del parco - per il quale l’Amministrazione comunale ha indetto del 2004 un “Concorso internazionale di progettazione” vinto dallo studio Inside Outside|Petra Blaisse, con la collaborazione dello Studio Giorgetta di Milano - è stato approvato a dicembre 2014. A giugno 2015, COIMA SGR è subentrata al Comune nell’attuazione dei lavori del parco pubblico come intervento da realizzare a scomputo oneri del grande progetto urbanistico.

Il primo lotto del parco di circa 7.500 mq (giardino pubblico di via G. de Castillia 26/28) è stato inaugurato l'1 aprile 2017. I lavori di cantiere del secondo lotto di circa 77.000 mq avranno inizio ad aprile 2017 e saranno ultimati entro l'estate 2018.
  • /rest/upload/141150BibliotecaAlberi1_800x400.jpg
  • /rest/upload/110039BibliotecaAlberi3_800x400.jpg
  • /rest/upload/168589BibliotecaAlberi4_800x400.jpg
  • /rest/upload/192155BibliotecaAlberi5__800x400.jpg
Curiosità

Il cantiere del parco sarà aperto ai cittadini con open days e visite guidate per tutti grazie al main project 2017 della PNSC MiColtivo nel Parco, promosso dalla Fondazione Riccardo Catella con l'obiettivo di coinvolgere i cittadini nella costruzione del futuro parco. Scopri di più su MiColtivo nel Parco.

Nel 2015 il main project della PNSC è stato MiColtivo The Green Circle, un percorso dedicato all’agricoltura urbana promosso in collaborazione con Fondazione Nicola Trussardi e Confagricoltura. Cuore del progetto è stato Wheatfield di Agnes Denes, opera d’arte ambientale dell’artista americana, un campo di grano di 5 ettari nell’area di cantiere del parco, che ha coinvolto oltre 7.000  cittadini nella semina e nella raccolta.
La Porta Nuova Smart Community èPorta Nuova Smart Community is
Promosso da:Promoted by:
Con il patrocinio di:Patronage:
Grazie ai Corporate Members della Porta Nuova Smart Community:Thanks to Porta Nuova Smart Community’s Corporate Members: